UNA SCUOLA DI PENSIERO FIRMATA TAMA AERNOVA

Fonte: TRENTINOINDUSTRIALE.COM | FEB-MAR 2019

La responsabilità sociale d'impresa scorre nel DNA dell'azienda leader nella progettazione e realizzazione di impianti di aspirazione e depurazione dell’aria eco-compatibili.

La responsabilità sociale d'impresa come ago della bussola, obbligo morale e denominatore comune di tutte le attività di business: questo il DNA di TAMA AERNOVA Spa. Non solo un modo di fare impresa ma una scuola di pensiero.
“L’ambizione più grande – spiega Giovanni Coletti, presidente e fondatore della società – è quella di lasciare un seme per contribuire a diffondere questo pensiero nella speranza che l’impegno in attività solidali per le persone disabili e per le categorie più deboli diventi un modo di essere dell’imprenditoria sul territorio”.

TAMA AERNOVA Spa, sede principale a Mollaro in Valle di Non, è leader internazionale nella progettazione e realizzazione di impianti di aspirazione e depurazione dell’aria eco-compatibili. Giovanni Coletti fondava l’azienda nel 1985 come impresa semplice nel garage di casa sua. Oggi, con le società controllate TAMA AERNOVA dà lavoro a circa 500 persone. Un mondo cresciuto attorno alla figura di Coletti dove il fatturato non è l’unica cosa che conta.

Giovanni Coletti è noto dentro e fuori dal Trentino per aver realizzato a Coredo, in Valle di Non, Casa Sebastiano”: la residenza per ragazzi autistici che non ha eguali in Italia ed è affermata come centro di eccellenza in tutta Europa. “Perseguire i sogni – dice Giovanni – a volte porta alla loro realizzazione”. A Casa “Sebastiano” personale sanitario altamente qualificato, specialisti psicologi ed educatori svolgono terapia individuale, terapia genitoriale e presa in carico dei ragazzi. La struttura è entrata in funzione nel 2017. Vengono da tutta Italia e dall’estero per vederla. “In due anni – spiega Giovanni Coletti – abbiamo avuto oltre 2.700 visite”. Sono amministratori, sindaci, politici, ricercatori, direttori di aziende sanitarie, personaggi pubblici e dello spettacolo impegnati in progetti di solidarietà internazionale. Anche Papa Francesco ha scritto a Coletti dopo aver letto la sua storia.

Ma non è solo questo. Casa “Sebastiano” è la punta di un iceberg. Attorno c’è molto di più. Sia per quanto riguarda la gestione della struttura di Coredo, sia per quanto riguarda le altre attività di TAMA AERNOVA, Coletti ha dato vita a una rete di società e di imprese impegnate a vario titolo e più livelli nel sociale. Un arcipelago di solidarietà. Per quanto riguarda le realtà controllate, TAMA AERNOVA è al vertice di un gruppo di varie società, tra cui le sorelle estere: TAMA France Sarl, TAMA Iberica SL, TAMA Brasil Ltda e TAMA Entstaubungstechnik Gmbh (Germania). “Queste società – spiega Giovanni – si gestiscono autonomamente con un proprio amministratore ma io conservo la quota di maggioranza. Alla fine di ogni anno, insieme al bilancio per la parte business tutti gli amministratori devono consegnarmi anche un bilancio relativo alle attività solidali, dove dimostrano che una parte del lavoro è stata dedicata a finalità sociali per il sostegno di categorie deboli”. 

Per quanto riguarda invece la gestione di Casa “Sebastiano”, la struttura si inserisce in un quadro ramificato e differenziato. A monte è stata costituita la Fondazione Trentina per l’Autismo Onlus, pensata nel 2007 e formalizzata nel 2010. La Fondazione è sostenuta da 30 imprese, che si impegnano finanziariamente, ed è dotata di un Comitato scientifico composto da specialisti di chiara fama nazionale (tra cui la referente per l’autismo dell’Istituto Superiore di Sanità), che conferisce alla Onlus credibilità e autorevolezza internazionale. Per gestire Casa “Sebastiano” sono state create due cooperative autonome. La prima, la cooperativa Autismo Trentino, dà lavoro a 25 persone e si occupa dei ragazzi dai 16 anni in su che frequentano il centro diurno e residenziale di Casa “Sebastiano”.

La seconda, la Cooperativa Albero Blu, dà lavoro a 15 persone e si occupa di interventi riabilitativi per la fascia dai 0 ai 16 anni a Casa “Sebastiano” e a Rovereto, svolgendo trattamenti psicoeducativi, logopedia, musicoterapia, neuro e psicomotricità, supporto alla genitorialità, potenziamento cognitivo e neuropsicologico. Nasce dall’esperienza clinica e di ricerca sviluppata dal Laboratorio di Osservazione Diagnosi e Formazione dell’Università degli Studi di Trento e dalla collaborazione con la Fondazione Trentina per l’Autismo. 

Accanto a queste, infine, opera parallelamente un terzo soggetto, la cooperativa Social-NOS. In acronimo “Nuove Opportunità Solidali”, la cooperativa Social-NOS è sostenuta da una rete di 36 imprenditori e nasce con lo scopo di ricollocare nel mondo del lavoro persone che hanno perso il loro impiego e che non hanno completato il proprio percorso previdenziale. La cooperativa ha già occupato 10 persone. In qualche caso, dove è possibile, Nos inserisce anche i giovani che hanno portato a termine percorsi riabilitativi a Casa “Sebastiano” per un avvicinamento al mondo del lavoro.

“In questo modo – conclude Giovanni Coletti – le imprese possono essere presenti sul territorio. Un tipo di pensiero solidale e una visione del mondo: non solo un modo di fare impresa”. Caso per caso, TAMA AERNOVA Spa è sempre presente anche tramite forme di sponsorizzazione sul territorio che provengono direttamente dall’associazionismo locale: “Ma solo se i soggetti che sponsorizziamo dimostrano di dedicare una parte del loro lavoro, anche piccola ma significativa, ad attività di tipo solidale. Invito tutti gli imprenditori ad entrare a far parte della rete della Fondazione Trentina per l’Autismo, contattateci: info@fondazionetrentinaautismo.it”.

CLICCA QUI per scoprire di più sulla nostra azienda e sulla nostra filosofia

BACK
TOP